“Io benché piccolo di cinque o sei anni mi ricordo che in casa ero la disperazione di mia madre perché, con le tinte che mi regalava lo zio Dario, col carbone e con le pietre dei sarti tutto imbrattavo, o in altro caso volevo andare a vedere dipingere… specie il pittore con la barba bionda e gli occhiali d’oro (era Telemaco Signorini) che io preferivo per i suoi modi fini e gentili, anche a mio riguardo, tanto che io gli domandavo: domani che ritorna a dipingere? Egli sempre benevolmente mi rispondeva! La domenica lo zio Dario o il babbo mi portavano a vedere le gallerie e le altre cose d’arte ed ero in quei momenti contento” – Galileo Chini in “Il tarlo polverizza anche la quercia” – Memorie di Galileo Chini.

Sono ripartiti gli incontri con i ragazzi delle Scuole di Montecatini Terme per conoscere il coloratissimo e affascinante artista vissuto tra il XIX e XX secolo, Galileo Chini. Attraverso di lui si scoprirà il mondo Liberty, fatto di forme, linee, colori: un connubio perfetto di arte e natura che ha fatto la storia in particolare della città toscana. Al primo incontro scopriamo curiosità e la vita di Galileo per poi esercitare i sensi, attraverso forme, colori, ma anche suoni ed odori della sua grande opera, la “Primavera Classica”, visibile in questo momento presso la Palazzina Regia di Montecatini.

primaveraPortiamo così degli auguri particolari all’opera che quest’anno compie cento anni, e che oggi fa parte della ricca collezione d’arte moderna della Fondazione Credito Cooperativo della Valdinievole. La Primavera, realizzata dal Chini insieme ad altri 17 pannelli nel 1914, nacque allo scopo di abbellire la sala dove esponeva lo scultore dalmata Ivan Meštrović, alla Biennale di Venezia. Galileo disegnò anche le sedie della sala e vi mise i suoi vasi in ceramica per quell’idea di “Arte Totale” che stava maturando nei suoi anni…

Alcune info per visitare la Primavera:

Centenario della “Primavera Classica” di Galileo Chini

Palazzina Regia – Viale Verdi 41 – Montecatini Terme
dal 30 giugno 2014 al 10 gennaio 2015

orario: 8.30 – 13.00

Ingresso gratuito

Leave a Comment