Grande successo per l’evento del 4 maggio 2015 presso il Teatro Moderno, inserito nel progetto Street Art Agliana promosso dal Comune di Agliana. Gli alunni delle scuole hanno rivolto decine di domante all’artista francese Clet.

clet teatro 4

Clet con Massimo Vannuccini, Assessore alla Cultura di Agliana, Emanuel Carfora e Ambra Nardini, coordinatori del progetto per Keras

 

Durante l’evento Clet ha conversato lungamente con il pubblico, aprendo importanti riflessioni sulla società e la città contemporanea, per poi porre attenzione sui contenuti e concetti espressi attraverso la sua arte. Di assoluta importanza è stata la riflessione di Clet in merito alla differenza fra arte e vandalismo: “L’arte ha sempre qualità e contenuti, per questo è semplice capire quando davanti a noi ci troviamo ad osservare un atto di vandalismo”.

Il progetto, ideato da Keras Socità Cooperativa, intende valorizzare i linguaggi dell’arte contemporanea, in particolare quelli della Street Art, attraverso diversi livelli di intervento. Il progetto ha come principale scopo far comprendere la differenza fra vandalismo e Street Art, movimento artistico che per la prima volta proprio in questi mesi trova ospitalità a La Biennale di Venezia. Il nucleo del progetto è rappresentato dalla volontà di educare cittadini e studenti alla comprensione del fenomeno della Street Art, per questo motivo sono state coinvolte 4 classi (I, II, III) della scuola secondaria di primo grado del Comune di Agliana. La didattica nelle scuole costituisce un vero e proprio punto di partenza per l’intero progetto: a seguito dell’ultimo episodio di vandalismo scoperto sul Battistero di Pistoia, nell’aprile 2014, molti quotidiani nazionali sono tornati a occuparsi di questo delicato fenomeno che suscita sempre grande indignazione nei cittadini. La pressoché totale disinformazione e inconsapevolezza sulla vera natura e importanza della Street Art, lascia ai vandali la possibilità di applicare un’etichetta negativa sul lavoro di grandi artisti affermati in tutto il mondo (Banksy, Haring, Basquiat, Obey, Blu). Questo è dimostrato dal fatto che mai assistiamo a fenomeni di emulazione degli artisti da parte dei trasgressori, ma sempre ad atti di autentico vandalismo che niente hanno in comune con le espressioni artistiche tipiche del mondo dei writer.

 

Clet rilascia autografi agli alunni

Clet rilascia autografi agli alunni

Gli interventi didattici nelle scuole hanno avuto come obiettivo la comprensione di alcuni aspetti ritenuti fondamentali: la storia della Street Art; quando e dove è nata; quali sono stati e quali sono gli artisti più importanti al mondo; realizzazione di laboratori artistici per comprendere le tecniche; uscite sul territorio per osservare da vero le opere presenti a Prato. Nell’ambito del percorso didattico è stato fondamentale il contributo del Comando dei Vigili Urbani di Agliana, con interventi nelle aule per far comprendere agli alunni tutto ciò che di negativo può costituire un atto vandalico, in particolare i risvolti penali individuali e i costi a carico dell’intera comunità. Negli Stati Uniti, in Europa e in Italia, soprattutto negli ultimi anni, il fenomeno della Street Art ha avuto un’evoluzione importantissima. Sempre di più le istituzioni pubbliche e private collaborano con curatori e writer per interventi rivolti alla conoscenza e valorizzazione di questo fenomeno artistico, con l’intento di ‘assorbirlo’ all’interno della società, sensibilizzando soprattutto i giovani.

 

clet teatro 6

Alcuni membri della Giunta Comunale con Clet e il Sindaco di Agliana Giacomo Mangoni

 

Per questo motivo il noto artista CLET è stato ospite del progetto presso il teatro comunale, in conversazione con gli alunni coinvolti nel progetto e i cittadini che hanno posto molte domande all’artista francese da molti anni residente a Firenze. L’artista sarà ospite anche durante il Giugno Aglianese, in una serata dedicata al progetto e alla divulgazione delle attività svolte in questi mesi nelle scuole e nelle strade di Agliana anche attraverso un video-documentario.

Prima del suo rientro a Firenze Clet ha deciso di lasciare alcune opere alla città di Agliana.

 

 

 

 

Il progetto ha come media partner il nuovo portale on-line dedicato alla valorizzazione turistica e culturale del territorio di Pistoia: Discover Pistoia (www.discoverpistoia.it). 

 

Leave a Comment