Karas è una cooperativa composta da un gruppo di esperti e collaboratori che da molti anni operano nel settore dei Beni Culturali. La cooperativa si occupa prevalentemente di mediazione culturale, collaborando o coordinando le sezioni didattiche di importanti istituzioni museali della Toscana.

Keras coordina anche importanti progetti didattici all’interno di istituti scolastici, ideati per valorizzare le peculiarità artistiche dei diversi territori toscani, con particolare riguardo alla mediazione culturale rispetto ai linguaggi dell’arte contemporanea, intesa come strumento essenziale per comprendere il presente in cui viviamo.

Keras ha ideato o preso parte a importanti progetti promossi dalla Regione Toscana, dalle amministrazioni dei Comuni di Prato, Agliana, Montecatini Terme, Pescia e istituti scolastici delle Province di Lucca, Pistoia, Firenze, Prato.

La cooperativa nasce dall’unione di professionalità specializzate con oltre 10 anni di esperienza ciascuno nel settore culturale al fianco di Enti Pubblici e Privati. Il nome scelto, “Keras”, prende ispirazione dal greco antico col significato di “corno”, strumento per la diffusione della voce, utilizzato nel passato anche come bicchiere per dissetarsi e dall’indonesiano, col significato di “tosto”, “forte”, “cosa detta a voce alta”.

Il sottotitolo è “Diffusione, Didattica, Servizi”, sintesi delle attività della Cooperativa.

Gli scopi principali sono:

  • Diffondere la cultura attraverso un’attività di tutela, promozione e valorizzazione del patrimonio territoriale; fornire agli utenti chiavi di lettura per una migliore fruizione e comprensione dell’arte contemporanea e quindi dei cambiamenti socio-culturali nei quali siamo immersi; diffondere la conoscenza del proprio patrimonio, che significa incentivare e far crescere una consapevolezza e un interesse comune verso la sua protezione.
  • Migliorare qualità e varietà dei servizi di fruizione, didattica e arte terapia, rivolte ad ogni tipo di utenza: dalle scuole di ogni ordine e grado, ai giovani, adulti, anziani, portatori di handicap, famiglie, ecc. Viene data massima attenzione alla particolare comunità alla quale le iniziative sono rivolte, alle singole esigenze e caratteristiche specifiche, attraverso percorsi differenziati per linguaggi e modalità, anche sfruttando le potenzialità offerte dalla nuove tecnologie.
  • Valorizzare i beni culturali attraverso la qualità dei servizi offerti all’utenza: dalla custodia dei beni stessi e gestione delle emergenze, alla diffusione della loro importanza e pregnanza sociale, ad un’accoglienza di qualità che permetta ai diversi pubblici di avvicinarsi all’arte e alla cultura con interesse e sempre maggiore voglia di scoperta e conoscenza. Valorizzare il territorio in tutte le sue caratteristiche: storico-culturali, archeologiche, naturalistico-ambientali, oltre ai prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato artistico.

Keras infine si pone come gruppo di professionalità in grado di offrire risposte e soluzioni innovative alle esigenze sempre più complesse del settore culturale, in continua evoluzione.