“L’arte è soprattutto un modo per lasciare una traccia della mia esistenza: io ero qui. Ho avuto fame, sono stato tradito, ero felice, ero triste, mi sono innamorato, ho avuto paura, ho avuto tante speranze, ho avuto un’idea, avevo un buon fine, ecco perché faccio arte.” – Félix González-Torres.

http://frequenzealternative.altervista.org/wp-content/uploads/2015/11/10788507753_bc8c2040ff_b.jpg

L’opera d’arte può essere consumata, vissuta, partecipata. L’arte può far incontrare e mettere in relazione le persone. L’opera d’arte può esaurirsi fino a scomparire lasciando solo esperienza,  così, fino a consumare l’ultima caramella di Félix González-Torres. Un pensiero all’artista cubano scomparso nel 1996 che è stato uno dei più importanti artisti della cosiddetta “Arte Relazionale”.

Leave a Comment